Categoria 2019

Auditorium Mario del Monaco – Catena di Villorba – 10 gennaio 2019

Giuseppe Barutti al violoncello e Massimo Scattolin alla chitarra

 

Programma

Franz Schubert
Sonata in La minore D 821 per arpeggione
Arrangiamento per violoncello e chitarra di Massimo Scattolin

Aa.Vv.
Tango y nada mas
Arrangiamento per violoncello e chitarra di Massimo Scattolin

Massimo Scattolin
3-3-2 per violoncello e chitarra
Tributo ad Astor Piazzolla

Carlos Guastavino
La rosa e il salice

 

Giuseppe Barutti, violoncellista tra i più talentuosi e raffinati interpreti italiani, si è diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, sotto la guida di Adriano Vendramelli. Ha svolto un’intensa attività cameristica a fianco di musicisti quali Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Dejan Bogdanovich, Kostantin Bogino, Pavel Vernikov, Bruno Canino, Rony Rogoff, Alain Meunier e Rocco Filippini suonando nei festival più prestigiosi del mondo.
Per il Gran Teatro “La Fenice” di Venezia ha inciso l’integrale della musica da camera di Johannes Brahms riscuotendo un considerevole successo di pubblico di e critica.
Ha ricoperto inoltre il ruolo di Primo Violoncello nell’Orchestra Filarmonica della Scala e nell’Orchestra del Gran Teatro la Fenice di Venezia. Fondamentali nella sua formazione sono stati gli incontri e l’intimo rapporto artistico avuti con Sergiu Celibidache e con Franco Rossi.
Dal 2001 è primo violoncello de “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone. Con questa formazione ha suonato come solista nelle sale più prestigiose del mondo.

 

Massimo Scattolin, dopo alcuni incontri con il maestro Andres Segovia, si è perfezionato con il maestro Alirio Diaz, che ha definito quella di Massimo Scattolin una “…squisita arte chitarristica e musicale …”. Dopo aver iniziato giovanissimo la sua attività concertistica come solista, si è dedicato alla musica da camera, per specializzarsi poi nell’esecuzione dei principali concerti per chitarra e orchestra, meritandosi la dedica d’opere di grandi compositori, come ad esempio Andrea Morricone, Violet Archer e Astor Piazzolla.
Si è così imposto brillantemente al pubblico di gran parte del mondo, unanimemente definito dalla critica uno dei migliori esecutori della chitarra. È stato inoltre collaboratore delle principali reti televisive europee e ha lavorato intensamente anche nel teatro con grandi attori come Cucciolla, Pagliai, Gassman.
Membro di commissioni in prestigiosi concorsi nazionali e internazionali, è docente in vari corsi di perfezionamento in Italia e all’estero, ed è il primo chitarrista italiano titolare di cattedra di master al “Mozarteum” di Salisburgo.
Ha inciso più di 50 CD, come solista, con orchestra e come camerista.
Collabora con i violinisti Domenico Nordio, Giuliano Carmignola e Franco Mezzena, il flautista Roberto Fabbriciani, il Quartetto Amati, il pianista Massimiliano Damerini, il percussionista Tullio De Piscopo, i violoncellisti Partick Demenga, Julius Berger, Arturo Bonucci, il soprano Stefania Bellamio e con la celebre ensemble cubano “Grupo Compay Segundo – Buena Vista Social Club”.
Da qualche anno Massimo Scattolin si è cimentato nella composizione e la sua musica è stata usata come colonna sonora di alcuni programmi televisivi in Italia e in Australia.
Suona una chitarra “lattice braced” costruita dal maestro Enzo Guido, equipaggiata con corde Dogal “Maestrale”.